M5S-Lega: un premier terzo. Ma su chi sarà già litigano

Per la guida del governo i 5 Stelle pensano a “un alto funzionario dello Stato” e temono proposte indigeribili dell’alleato
M5S-Lega: un premier terzo. Ma su chi sarà già litigano

Prima sono sorrisi e abbracci, per la festa della liberazione: “Alla fine ce l’abbiamo fatta, Berlusconi ha ceduto”. Ma poi Matteo Salvini e Giancarlo Giorgetti, numero uno e numero due della Lega, si fanno seri e si rivolgono a Luigi Di Maio: “Ci assicuri di aver davvero rinunciato a Palazzo Chigi?”. E lui, il capo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.