Lettera a Giano per il mondo al contrario

Non avendo scritto la letterina a Babbo Natale, e non avendone quindi ricevuto doni, mi rifaccio con Giano il Dio futurologo degli inizi e anche quindi, dopo la riforma giuliana del calendario, del primo dell’anno che cade nel mese a lui dedicato. Ecco i miei desiderata per il 2018. 1. Che gli occidentali lascino l’Afghanistan […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.