L’ascesa di Dabbashi: da boss a imprenditore-schiavista

Libia - Così il capobanda di Sabrata è asceso a leader incontrastato prima del traffico di uomini poi a “stopper” di chi vuol arrivare da noi
L’ascesa di Dabbashi: da boss a imprenditore-schiavista

Cecchini sui tetti e carri armati nelle strade in centro a Sabrata, 80 chilometri da Tripoli. Famiglie bloccate nelle case, alle quali i volontari della Mezzaluna Rossa non riescono a prestare soccorso. Riusciamo a raggiungere per telefono un uomo che vive sulla linea degli scontri: “Siamo appena riusciti a scappare”, ci ha raccontato Jamal (nome […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.