La villa, le pressioni e le mazzette: perché Lula è condannato

Brasile - Tutte le tappe dell’inchiesta sulle tangenti della società Petrobras, che ha travolto anche il leader del Partito dei lavoratori
La villa, le pressioni e le mazzette: perché Lula è condannato

La vicenda intricata che ha portato alla detenzione di Luiz Inácio da Silva, il fondatore del lulismo – una particolare idea della politica, come lui stesso l’ha definita nel suo ultimo discorso da uomo libero del 7 aprile – ha avuto origine quattro anni fa, con l’inchiesta Lava Jato. Il pool di magistrati di Curitiba […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.