La strage di San Pietroburgo e l’“attentatore perfetto”

Bomba rudimentale in metrò, 11 morti e 47 feriti. Disinnescato un secondo ordigno. Ricercate due persone, l’Isis festeggia sul web
La strage di San Pietroburgo e l’“attentatore perfetto”

Volti e corpi insanguinati, vestiti strappati. Almeno undici persone morte e 47 ferite, di cui sei in gravi condizioni. L’esplosione di ieri nella metropolitana di San Pietroburgo ha fatto di nuovo sprofondare la Russia e il mondo nell’incubo del terrorismo. A provocare la strage è stato un ordigno esploso su un treno che viaggiava sulla linea […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.