Il vicesindaco tra rapine e kalashnikov

Giovanni Olianas di Forza Italia spostava gli impegni istituzionali per eseguire i colpi
Il vicesindaco tra rapine e kalashnikov

Disertava i consigli comunali per fare rapine”. Quando gli investigatori della Squadra mobile di Cagliari hanno bussato alla sua porta, Giovanni Olianas, vicesindaco di Villagrande Strisaili, in Sardegna, si è nascosto in una taverna. La moglie ai militari ha detto: “Quando mi sono svegliata, lui non c’era più”. Ma gli agenti hanno perquisito la casa […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.