“Il riciclatore talebano era accreditato dai Servizi”

Il ruolo dell’Aise nelle carte del processo a cinque alti ufficiali rientrati dall’Afghanistan
“Il riciclatore talebano era accreditato dai Servizi”

C’erano “sollecitazioni di personale dei Servizi” in favore di un fornitore afgano di cui i militari diffidavano, accostato dagli stessi Servizi ad attività di “riciclaggio per conto di un’organizzazione talebana” ma anche all’intelligence Usa. Due ufficiali morti, probabilmente suicidi. Documenti sequestrati e “inavvertitamente” distrutti. La presunta truffa sui veicoli blindati utilizzati dagli alti ufficiali italiani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.