Il reggente Martina riparte dai poveri: va a Sant’Egidio

Il reggente Martina riparte dai poveri: va a Sant’Egidio

“Essere qui è un modo per ringraziare personalmente i tantissimi volontari che tutti i giorni rendono possibile questo servizio fondamentale per molte persone. Ma è anche un modo per essere più consapevoli del tanto lavoro da fare. Bisogna ripartire da temi centrali come quello della lotta contro la povertà e conoscere concretamente che cosa accade […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.