Il paradosso del ritorno alle urne: “Non vincerebbe nessuno lo stesso”

Numeri - Fornaro (LeU): “Si sposterebbero 25-30 seggi: niente maggioranze”
Il paradosso del ritorno alle urne: “Non vincerebbe nessuno lo stesso”

Ci vuole tempo. Lo dicono tutti e quindi sarà vero: ci vuole tempo affinché la crisi politica innescata dal voto del 4 marzo trovi una sua composizione parlamentare; ci vuole tempo perché passino le scorie della campagna elettorale e si possa procedere ad alleanze nuove; ci vuole tempo affinché il Palazzo sviluppi quella particolare forma […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.