Il palazzo vuoto dell’Onu a Tripoli attende i rifugiati

Le agenzie delle Nazioni Unite nell’impasse da mesi nei rapporti con il governo Sarraj che temporeggia sull’intesa
Il palazzo vuoto dell’Onu a Tripoli attende i rifugiati

È un edificio a Tripoli, una ex scuola del Dipartimento per il contrasto dell’immigrazione clandestina del governo libico, il posto su cui l’Unhcr sta trattando con la Libia per costruire un Centro per i rifugiati. Un edificio che conta circa 1000 posti, con un tempo di permanenza limitato, circa 3 mesi. Sarebbe questo il progetto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.