Il “killer del Tir” ricercato fu arrestato in Italia

Precedenti pericolosi - Il 24enne tunisino sbarcato in Sicilia nel 2011 finì in carcere per incendio e lesioni La radicalizzazione sarebbe avvenuta in Germania nel 2015
Il “killer del Tir” ricercato fu arrestato in Italia

Segni particolari: occhi castani, capelli neri, braccato, probabilmente ferito, quasi certamente armato. La caccia all’uomo è scattata poco dopo la mezzanotte di ieri non solo in Germania, ma in tutta l’area Schengen. Chi cercano è Anis Amri, il tunisino che oggi compie 24 anni e sul quale pende una taglia di 100 mila euro. È […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.