Il cattivo esempio della laurea farlocca non è da difendere

Copia e incolla - La ministra dell’Istruzione ha messo nel curriculum un titolo che non possiede
Il cattivo esempio della laurea farlocca non è da difendere

È vero che “diploma di laurea” non vuole dire “laurea”? È vero che scrivere che si possiede un diploma di laurea che non si possiede è soltanto “una leggerezza”? Ed è giusto che proprio una persona che una laurea non ce l’ha sia a capo del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, cioè a capo […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.