“Golpe-provocazione per islamizzare Ankara”

Dogan Özgüden - Giornalista turco in esilio: “Erdogan crea sempre nuovi nemici per continuare a comandare”
“Golpe-provocazione per islamizzare Ankara”

Di colpi militari e di censura se ne intende. Perché fu per sfuggire a uno di questi che fu costretto a lasciare la sua amata Turchia dove viveva e lavorava come giornalista. Membro del Partito operaio turco (Tip ) Dogan Özgüden scriveva per i quotidiani Milliyet e Sabah. Fondò negli anni 70 la rivista socialista […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.