Firme false, Grillo molla gli indagati: “Sono stufo”

I vertici chiedono agli eletti coinvolti di auto-sospendersi, ma loro resistono: “Siamo innocenti e tranquilli”. Il gelo con il fondatore e la guerra interna ai 5Stelle siciliani
Firme false, Grillo molla gli indagati: “Sono stufo”

La fessura è diventata un crepaccio. E ha scavato una distanza che pare già incolmabile, nel cuore del Movimento. Da una parte i vertici, che giurano di non essere mai stati informati della verità su quelle firme ricopiate in una notte. E dall’altra i parlamentari indagati, per ora almeno tre, che continuano a dirsi innocenti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.