Faida tra clan, autobomba ferisce 28enne

L’attentato - L’ordigno posizionato sotto la macchina. La vittima ha precedenti per droga

Sulla sua pagina Facebook campeggia ancora la foto di Nicola Rimedio e Salvatore Lazzaro, uccisi nel 2012 nella faida di Sorianello che sta insanguinando le Preserre vibonesi. Adesso è toccato a lui: Nicola Ciconte, 28 anni, considerato una delle giovani leve della cosca Loielo da anni in lotta contro la famiglia Emanuele. L’ultimo capitolo della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.