Emiliano fa “Resistenza”. Di Pietro si arruola

Il governatore presenta la candidatura: “La rottamazione è finita”. Il pm di Mani Pulite: “Andrò ai gazebo per lui”
Emiliano fa “Resistenza”. Di Pietro si arruola

Riparte dalla “Resistenza” ma cita l’armonia, concetto caro al missino pugliese Pinuccio Tatarella. Rivuole il partito solido e l’articolo 18, e giura che la rottamazione è finita. Ma intanto si cautela: “Se nessuno prende il 51 per cento al congresso bisognerà trovare un accordo: e io sono pronto”. Lui è Michele Emiliano, che ieri a […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.