È rottura con l’Ue, Italia verso l’infrazione

Manovra - Il governo non si adegua a Bruxelles. Ma arrivano nuove privatizzazioni per 17 miliardi
È rottura con l’Ue, Italia verso l’infrazione

È la fine, ma anche un inizio. È l’epilogo dello scontro che il governo ha instaurato con la Commissione europea quando ha deciso di portare con la manovra il deficit pubblico 2019 al 2,4% del Pil. È, con buona probabilità, l’inizio della procedura d’infrazione che Bruxelles avvierà contro l’Italia, il cui iter potrebbe partire il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.