“È colpa di Agnelli”: la Figc chiede 30 mesi di squalifica

La Procura federale vuole condanne pesanti: due gare a porte chiuse e 300.000 euro di multa alla Juve. Per il presidente sospensione dalle cariche sportive pure in Europa
“È colpa di Agnelli”: la Figc chiede 30 mesi di squalifica

Andrea Agnelli sapeva del patto fra la Juve e gli ultrà. Ha violato il codice di giustizia sportivo. Più volte. Per cinque anni, la società più titolata d’Italia ha alimentato il bagarinaggio su almeno 1.500 tagliandi a partita per un giro di affari di 5 milioni di euro. Così la Procura federale, durante l’udienza che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.