Dugin, il Rasputin che ispira il Cremlino (e anche i leghisti)

Dugin, il Rasputin che ispira il Cremlino (e anche i leghisti)

Come il suo mentore, Gianluca Savoini, 54 anni, leghista da sempre, non parla il russo – ci pensa la moglie Irina che è di San Pietroburgo – però è lo sherpa di Matteo Salvini alla corte di Putin, e soprattutto è il gran tessitore dei fili sempre più stretti fra il Carroccio e Russia Unita, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.