Drogata sul set: volevano vendere online una modella

Sul deep web - Ventenne assoldata per delle foto e reclusa 6 giorni L’uomo voleva 300mila euro in bitcoin. Il pm: “È un mitomane”
Drogata sul set: volevano vendere online una modella

Sei giorni da prigioniera. La prospettiva di essere venduta sul deep web come schiava al miglior offerente dotato di molto denaro e pessime intenzioni. Prezzo minimo 300mila euro in bitcoin, moneta virtuale. È l’incubo vissuto da una modella inglese di 20 anni, attirata a Milano con l’inganno, il lavoro in un set fotografico, poi aggredita, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.