“Doveva tutelare i migranti”. La nave Ong torna in mare

Ragusa - Il giudice dissequestra la spagnola Open Arms che il 15 marzo aveva portato i profughi a Pozzallo anziché consegnarli alla marina libica
“Doveva tutelare i migranti”. La nave Ong torna in mare

Potrà tornare in mare la Open arms, nave dell’omonima Ong spagnola, attiva nel salvataggio di migranti nel Mediterraneo centrale, sequestrata a Pozzallo il 18 marzo scorso su richiesta della Dda di Catania. Un provvedimento che conteneva una dura accusa per gli operatori umanitari, associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione irregolare. Ieri il Gip di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.