Don Antonio, l’ingegnere e lo zapatista

Il gran teatro partenopeo - Giggino ’o sindaco ha la strada spianata e può diventare il vero anti-Renzi
Don Antonio, l’ingegnere e lo zapatista

C’è poco da dire, la politica a Napoli è sempre stupefacente. Un teatrino irripetibile altrove. Ma i personaggi che irrompono sulla scena di oggi fanno arrossire d’invidia quelli di ieri. Pensate a Gava col suo “ciciniello” al dito destinato ai sbaciucchiamenti dei fedeli (“ma Antonio – confessò la moglie – schifava la saliva”), oppure a […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.