Di Maio: “Contratto di governo col Pd o con la Lega. Mai con B.”

La mossa del leader dei 5Stelle il giorno prima delle consultazioni è un messaggio a Mattarella: l’alleanza si può scegliere, ma il premier incaricato dovrà essere lui
Di Maio: “Contratto di governo col Pd o con la Lega. Mai con B.”

Un contratto di governo “come quello che hanno fatto in Germania”, per i due forni. Nella convinzione che uno, quello del Pd ancora sotto il giogo di Renzi, che pure definisce “il primo interlocutore”, non si accenderà. E nella speranza che l’altro, quello della Lega, strappi presto con il Berlusconi che vuole ancora essere al […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.