Demoliscono la sua casa, muore d’infarto

Eboli - Salvatore Garofalo era abusivo ma anche malato terminale. E Falanga annuncia le dimissioni
Demoliscono la sua casa, muore d’infarto

Salvatore Garofalo, invalido e con un rene trapiantato, è morto d’infarto a Eboli (Salerno) alla vista dei lavoratori della ditta privata che avrebbe abbattuto di lì a fine luglio la sua villetta abusiva. La casa dove viveva. Aveva 64 anni. Se fosse stato in vigore il discusso disegno di legge del senatore Ciro Falanga forse […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.