Debutta Bocca, e il social è subito populista

La televisione è come la cacca, bisogna farla, non vederla, diceva Gianfranco Funari, che si intendeva di tutte e due. Beniamino Placido era dello stesso avviso nonostante fosse un sublime critico televisivo, anzi, a maggior ragione. Fare Tv è talmente più divertente che si congedò dai suoi lettori e nel ’94 realizzò Eppur si muove […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.