Dalla sanità alle impronte: la nostra privacy rubata

Spiati - Nel report del Garante i casi di dati trafugati. Minori, recapiti telefonici e propaganda elettorale: ogni mese ha la sua sanzione
Dalla sanità alle impronte: la nostra privacy rubata

Cinquantatré segnalazioni di violazioni penali, di cui 35 per la mancata adozione delle misure minime di sicurezza, sei per violazioni dello Statuto dei Lavoratori, cinque per trattamento illecito dei dati, due per inosservanza di un provvedimento del Garante. Inoltre, 2.339 nuove sanzioni. Ma la parte più interessante del rapporto del Garante della Privacy sul 2016 […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.