Cuperlo ha scoperto cosa farà da grande: l’intervistatore

Nel penultimo numero de L’Espresso c’era una gran bella intervista. L’intervistato era Joe R. Lansdale, scrittore tra i più acuti e ispirati. Normale che fosse bella. Più stupore suscitava il nome dell’intervistatore: Gianni Cuperlo. Uomo di classe e cultura, ma certo non un giornalista: quantomeno, quella di (saper) fare interviste non è la sua attività […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.