Contrordine compagni: l’importante è tacere

Contrordine compagni: l’importante è tacere

Non servivano conferme al de profunsis della sinistra italiana, ma sulla crisi venezuelana, tra conflitti, ingerenze e una povertà dilagante, lo sfottò sugli odierni leader e leaderini è un esercizio fin troppo facile. E infatti lo praticano in tanti, coi bersagli più comodi. La Stampa riesuma Marco Rizzo, segretario di un “Pci” con seguiti da […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.