Consigli ai sostenitori del No. La Carta riscriviamola così

Contro le accuse di immobilismo, un manifesto per le riforme costituzionali
Consigli ai sostenitori del No. La Carta riscriviamola così

Una delle argomentazioni sulle quali puntano i corifei del Sì è che se vincesse il No rimarremmo nella palude, in mezzo al guado, oppure, addirittura, retrocederemmo nel Medioevo (ben preparati grazie alle previsioni dell’Ufficio Studi di Confindustria). Dicono che le posizioni costituzionali (e elettorali) del variegato schieramento del No non riuscirebbero mai ad approdare a […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.