Cheffou, da paladino dei diritti umani a bombarolo jihadista

Attentato all’aeroporto, arrestato il terzo uomo; vicino all’estremismo islamico con la scusa del “giornalismo”

Ci mancava, nella galassia del terrorismo islamico europeo, la sulfurea figura del giornalista terrorista che con la metaforica penna del suo mestiere uccide assai più della spada. Il Belgistan non finisce di stupire. Succede infatti che ieri la Procura federale confermi l’arresto di Fayçal Cheffou, già sospettato dalla polizia di essere un reclutatore di candidati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.