Botti, a Roma imparino a scrivere le ordinanze

È una riga di troppo, quella in cui viene fatto “divieto assoluto” di utilizzare il “materiale pirotecnico cosiddetto declassificato a meno di 200 metri da centri abitati, persone e animali”, ad aver spianato la strada alla sospensiva del Tar nei confronti dell’ordinanza del Campidoglio contro i botti di Capodanno. Il testo firmato dalla sindaca di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.