Affari con i boss. Arrestato il simbolo dell’Antiracket

Un altro simbolo dell’antimafia cade nella rete dei magistrati. C’è anche un imprenditore antiracket tra i cinque arrestati ieri dai carabinieri di Trapani che hanno sgominato una banda che usava il cemento depotenziato nella zona di Castellammare del Golfo (Trapani). In carcere è finito Vincenzo Artale, che nel 2006 aveva denunciato di essere stato vittima […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.