Addio a Statera, un giornalista senza paura

1947-2016 - Dall’Espresso a Repubblica, passando per i quotidiani locali: mai con il padrone
Addio a Statera, un giornalista senza paura

Era un giornalista scomodo Alberto Statera, come tutti quei giornalisti “senza macchia e senza paura” che fanno con passione il proprio mestiere, non avendo riguardi verso i potenti né compiacenze verso i “padroni”. Ed era anche un collega e un amico scomodo, perché aveva un brutto carattere come tutti quelli che hanno carattere, per riprendere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.