A Bolzano, il sit-in per difendere la segnaletica bilingue

A Bolzano, il sit-in per difendere la segnaletica bilingue

Un sit-inper la difesa della toponomastica bilingue: il presidio, ieri a Bolzano, è stato promosso dal consigliere dell’Alto Adige nel Cuore Alessandro Urzì per ribadire che ogni gruppo linguistico deve decidere sui propri toponimi. La protesta è stata organizzata mentre la Commissione dei Sei, presieduta da Francesco Palermo, di cui fanno parte Brunhilde Platzer, Daniel […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.