Doping o complotto, colpevole o vittima: il caso Schwazer continua. Persino la scienza, che di solito accetta solo numeri e certezze, non ammette opinioni, stavolta si smarrisce. Non si tratta più nemmeno di stabilire se l’urina di quella maledetta provetta fosse sua, e se in quell’urina ci fosse del testosterone. Questo ormai è assodato. Il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

“Il complottismo di QAnon si nutre degli scandali reali”

prev
Articolo Successivo

Cassoeula a distanza “Dad” di inizio ’900

next