A 48 anni, Elyes Fakhfakh, ingegnere, ex ministro, nonché amatore della birra nazionale Celtia (come confidato durante la campagna elettorale), è passato in pochi mesi da ex candidato alle presidenziali – dove ha raccolto solo lo 0,34% dei voti – a capo del governo della Tunisia. Il nuovo premier, nominato dal presidente Kaïs Saïed lunedì […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il cardinale della Grande Bellezza diventa Decano e regista del Conclave

prev
Articolo Successivo

Prima il sisma, poi il ministero. Così si distrugge una chiesa

next