Il gruppo Toto ha compiuto operazioni “dissimulatorie” per finanziare la Fondazione Open, allora cassaforte del renzismo. Lo scrive il Tribunale del Riesame di Firenze confermando il sequestro del settembre scorso a carico di Alberto Bianchi, avvocato fiorentino ed ex presidente di Open. Bianchi è indagato a Firenze per traffico di influenze: al centro delle indagini […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il “rischio enorme” del Mes: cos’è e chi vuole approvarlo

prev
Articolo Successivo

Ortomercato Milano, tangenti senza fine

next