Hanno contato i giorni che li separavano dall’agognata salvezza certificata dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto Imprese, scritto appositamente per la loro fabbrica, senza però mai smettere di ricordare che la strombazzata “riconversione” era sostanzialmente “una presa in giro”. Una speranza che, ora, per i 440 operai della Whirpool di Napoli si è frantumata […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Fca, dimezzata in 20 anni la produzione delle automobili

prev
Articolo Successivo

Violenze e abusi sulle donne. Milano, il Codice rosso fa flop

next