Distrutta stele di Di Vittorio: un atto vandalico da fascisti La distruzione della stele commemorativa del comunista Giuseppe Di Vittorio è stata opera di fascisti. Solo dei fascisti possono fare una cosa del genere, proprio nel giorno della commemorazione. Gli autori di questo atto di vandalismo sono il prodotto del rigurgito fascista che attraversa il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Benzina. Il solito salasso di Ferragosto: la promessa mancata del Carroccio

prev
Articolo Successivo

Franzaroli

next