Incontriamo Brooke Binkowski nel suo salotto, in California. Noi dell’Investigate Europe siamo in vari paesi Europei. Lei ci guarda attraverso una piattaforma open-source. È furiosa, parla veloce, gira e rigira i capelli tra le mani. Per due anni ha lavorato per Facebook: scovava notizie false e le denunciava. Dal novembre 2016, dopo la vittoria di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Fake news, così Facebook ha ricattato i commissari Ue

prev
Articolo Successivo

Multare chi salva le vite in mare è raccapricciante

next