Che meraviglia vedere le emozioni dei giovani. Anche se qui ero parte in causa. Perché la giovane di cui parlerò è stata mia allieva. E perché l’opera che è stata premiata porta la mia prefazione. Ma ho provato a guardare il piccolo, minuscolo film che vi racconterò come se avessi dovuto auscultare i respiri di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Giramondo con 5 donne: “Nessuna sapeva dell’altra”. Tranquille, è solo uno sfigato

prev
Articolo Successivo

Le foto profilo su Facebook: l’ipocrisia dei like e dei cuoricini

next