Se sconosciuto vuol dire non essere famoso o visibile, Giuseppe Conte è un perfetto sconosciuto. Negli ambienti romani che ruotano attorno ai governi e li influenzano – avvocati e docenti dai molteplici incarichi, per estremizzare – il presidente gialloverde è tutt’altro che sconosciuto. Non proprio organico, non ancora. Semmai limitrofo a un sistema di relazioni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Conte si presenta ai partiti. E si fa benedire da Visco

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next