La geopolitica si fa con i musei, soltanto l’Italia non l’ha capito

Di Simone Verde
7 Agosto 2017

Altro che Emmanuel Macron e Donald Trump. Ben prima la questione Fincantieri o lo slogan “America first”, sono dieci anni, che la competizione tra nazioni è in auge. La prefigurazione del nuovo corso si potrebbe collocare nel 2005, con il naufragio referendario della costituzione europea. Nel 2012, l’Economist ratificò l’avvenuto cambiamento, ma da un’altra prospettiva, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.