“Nella zona di Arezzo ci sono una settantina di logge, perché non vanno da loro a chiedere gli elenchi?”. Antonio Binni, 80enne avvocato civilista bolognese, è il gran maestro della Gran Loggia d’Italia, il secondo ordine italiano per iscritti (circa 8 mila), dopo il Grande Oriente (Goi). Queste sono settimane turbolente per i massoni italiani […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Padoan si tiene Marroni, il “calunniatore” di Lotti

prev
Articolo Successivo

Dalle province decine di esposti ai pm: “Non possiamo chiudere i bilanci”

next