Aprendo la pagina di vangelo che la liturgia propone alle assemblee liturgiche domenicali (Lc 18,1-8) si può provare una certa titubanza perché la parabola di Gesù mette a confronto due persone di categorie sociali molto esposte, seppure a diverso titolo. Si narra, infatti, di un “giudice disonesto” (18,6) e di una vedova che insistentemente chiedeva […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Referendum: mistero del multivoto

prev
Articolo Successivo

Il nuovo corso della “sinistra”: Davide Serra

next