Mentre Bruxelles e Washington rilasciano timide e poco convincenti dichiarazioni, Erdogan si prende sempre di più la Turchia. La conquista dello stato da parte del sultano non si ferma più. Giorno dopo giorno, il presidente Erdogan si rafforza a discapito delle opposizioni e la Turchia da fragile democrazia rischia di imboccare la strada autocratica, già […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Impugna l’accetta e ferisce 5 persone. l’Isis trova un altro “martire” per caso

prev
Articolo Successivo

Lo Stato parallelo fa paura anche ai giornalisti

next