/ di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Commenti - 30 aprile 2018

“Più salame meno kebab”, il ventre molle della Padania

Caro Enrico, qualche giorno fa, all’esterno di un’edicola di Abbiategrasso – prossima sede della partenza di una tappa del Giro d’Italia, – c’era esposta una locandina de Il Giorno, che un tempo era considerato un giornale moderno e progressista. Ma che oggi cavalca senza briglia gli umori di una destra retriva e xenofoba: “Troppi stranieri, […]
Sport - 26 aprile 2018

Hooligan made in Roma. Tifoso irlandese in fin di vita

Nella logica hooligan la partita vera è la guerra che si disputa senza quartiere tra tifoserie opposte: violenza e sangue. Gli ultras romanisti sono tra i più turbolenti del campionato italiano, quelli del Liverpool vantano una collaudata tradizione di scontri feroci. È un rituale, ormai: la sfida a calci precede (o segue) quella a calcio. […]
Sport - 21 aprile 2018

Wenger, l’eterno Gunner va in pensione

Arsènexit. Prima o poi doveva succedere. L’altero, chic ed orgoglioso Arsène Wenger da Strasburgo, 68 anni, va in pensione. Lascia dopo 22 anni non tutti gloriosi la panchina dell’Arsenal, che ha guidato con stile rivoluzionario e scientifico, accomunando i ruoli di allenatore e di direttore tecnico, badando a far quadrare sempre i conti ma anche […]
Commenti - 16 aprile 2018

Solo poetastri che imbrattano i palazzi con troppi refusi

All’angolo tra via Salasco e via Cesare Balbo, in zona di Porta Romana, hanno appena ristrutturato una palazzina che adesso sembra una di quelle case berlinesi dallo stile essenziale. Vanno di moda. E rialzano di brutto le quotazioni immobiliari. La palazzina brillava per la sua pulizia, per i suoi muri color biondo che cambia al […]
Storia di Copertina - 16 aprile 2018

Russi-inglesi, il Mondiale del calcio (in testa)

Parola d’ordine: “Makhach”. Scontro pianificato dopo la partita tra i tifosi dei due club. Con tanto di regole improntate al fair play: numero “equo” di combattenti, magliette coi colori delle rispettive squadre, video degli scontri da riversare in rete. Ma a Londra, giovedì 5 aprile 2018, il Makhach non c’è stato dopo Arsenal-Cska Mosca, partita […]
Cinema - 15 aprile 2018

Ora il cuculo è volato oltre il nido di Miloš Forman

Come non parafrasare il titolo del suo film più famoso e struggente, Qualcuno volò sul nido del cuculo per annunciare che il grande regista di origine ceca Miloš Forman è volato ben oltre il suo nido, a Warren, un villaggio di 1300 anime nel Connecticut, dove abitava in una grande casa di campagna che gli […]
Mondo - 15 aprile 2018

Il ghigno di zar Vlady: la Siria resta roba sua

L’Itar-Tass è la prima agenzia ufficiale (erede della sovietica Tass) di informazione russa. Ossia la voce del Cremlino. Alle 19:30 di ieri sera, la home page – sia nella versione russa, sia in quella inglese – mostra in primo piano la foto di un missile e questo titolo: “Gli esperti lodano l’eccellente performance della difesa […]
Italia - 9 aprile 2018

“Mi-To”, la ciclica sinergia rimasta sempre una chimera

Ci sono due menzogne dietro la narrazione del “grande progetto” di organizzare i Giochi Olimpici Invernali coinvolgendo Milano e Torino. La prima è una bugia olimpica: Torino ha messo in piedi la sua Olimpiade nel 2006 e potrebbe tranquillamente riutilizzare le infrastrutture già esistenti con investimenti ragionevoli senza aver bisogno della capitale lombarda, mentre Milano […]
Mondo - 4 aprile 2018

Il lato oscuro di Osho: veleni, miliardi e proseliti fanatici

“Ho vinto alla lotteria una Rolls-Royce!”, ci disse l’euforico Lorenzo S., e noi tutti lo guardammo con grande invidia. Era l’estate del 1984, mi trovavo a Los Angeles per raccontare le Cocacoliadi, lo avevo conosciuto quando lavorava all’Espresso in Italia, prima che se ne andasse in India, sedotto dagli insegnamenti sincretici del misticismo “arancione”, a […]
Sport - 31 marzo 2018

Barcellona, niente vela: c’è tempesta politica al governo

Barcellona. La formula strombazzata ai quattro venti, è proprio il caso letterale di questa vicenda, può sembrare tanto semplice quanto letale: “Inestabilidad política”, cioè “instabilità politica”. A causa della quale la Barcelona World Race, famosa competizione di vela, è stata sospesa. Che c’entra la vela con l’indipendentismo catalano? Gli ineffabili organizzatori della regata del giro […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×