/ di

Leonardo Coen Leonardo Coen

Leonardo Coen

Giornalista e scrittore

Leonardo Coen, milanese e milanista (non berlusconiano), è tra i fondatori di Repubblica, dopo avere avuto esperienze significative all’Avvenire e al Giorno e avere partecipato alla fondazione del Quotidiano dei Lavoratori. A Repubblica ha alternato l’attività di giornalista politico, cronista, inviato di guerra, giornalista sportivo (ha raccontato quindici Olimpiadi, diciassette Giri d’Italia, alcuni Tour de France, etc.).

Dopo esperienze a Gerusalemme, New York e Londra, è stato corrispondente a Mosca. Ha pubblicato “La morte del maestro: i misteri di casa Guttuso” (1987) e “Il caso Marcinkus” (1991) scritti con Leo Sisti; “Piedi Puliti” (1998) insieme a Peter Gomez e Leo Sisti; “Rossoneri comunque” (2003) e “Putingrad”(2008).

Per Dalai editore ha pubblicato “L’ultima fuga” con Renato Vallanzasca e “Sodoma” (2011) scritto con Paolo Colonnello. Su repubblica.it tiene il blog Blog Trotter, uno dei primissimi generati da un quotidiano italiano.

Articoli Premium di Leonardo Coen

Mondo - 29 ottobre 2017

Soraya, la “cocca” di Rajoy viceré della normalizzazione

Cavoli amari per i catalani che sognano la secessione. Perché alla guida della Catalogna si è installata la vicepresidente del governo Maria Soraya Sáenz de Santamaria Anton, 46 anni, più conosciuta come Ssds, cioè Soraya Sáenz de Santamaria, la Margaret Thatcher di Valladolid, roccaforte della Spagna conservatrice e monarchica (tanto che viene chiamata Fachadolid.). Donna […]
Mondo - 28 ottobre 2017

Marilyn, Castro e il 2° uomo. Solo nuovi misteri su JFK

Chi uccise davvero Kennedy? Dai 2891 documenti desecretati del National Archives di Washington, su input di Donald Trump, emergono dettagli che potrebbero riscrivere la più oscura delle pagine di storia degli Stati Uniti. Cominciando dall’inizio: ad assassinare il presidente Usa non sarebbe stato Lee Harvey Oswald bensì un agente di polizia, J.D. Tippit. Che però […]
Cronaca - 25 ottobre 2017

Dal superfotografo delle top a Wiesel: il contagio Weinstein

Molestate (ma anche molestati) di tutto il mondo, unitevi! E infatti è quel che sta succedendo, giorno dopo giorno: basta navigare nel Web, per capire le dimensioni globali e capillari del Weinsteingate, che ormai non è più soltanto uno scandalo circoscritto allo star-system americano o agli ambienti cinematografici internazionali. Già in passato l’inesauribile vaso di […]
Commenti - 23 ottobre 2017

La pagliacciata del voto sull’autonomia lombarda

Caro Enrico, ieri non ho votato. Il quesito proposto mi è parso superfluo, pretestuoso. La Regione Lombardia a guida leghista con Roberto Maroni chiedeva a noi lombardi (ci provò già nel 2007 Roberto Formigoni, ma fallì) se eravamo d’accordo per una maggiore autonomia, considerata “la sua specialità”, manco fosse un ristorante. A parte l’aggrovigliato lessico, […]
Mondo - 18 ottobre 2017

“Siete colpevoli”. La famiglia punta il dito sul governo

Undici anni fa qualcuno cercò di bruciare l’abitazione di Daphne Caruana Galizia, appiccando il fuoco a dei copertoni appoggiati all’ingresso di casa. Daphne e i suoi se la cavarono. Le indagini non approdarono a nulla. In quel caso, si trattava probabilmente di maltesi. Nel 2006 era stato il turno dell’auto a bruciare: la causa, si […]
Mondo - 17 ottobre 2017

L’autobomba: lezione mortale a Daphne, “Wikileaks solitaria”

“That crook Schembri was in court today, pleading that he is not a crook” (quel malfattore di Schembri era in tribunale oggi, spergiurando di non esserlo), titola la blogger Daphne Caruana Galizia, 53 anni, la giornalista investigativa più famosa e temuta di Malta, il più piccolo Stato membro dell’Unione europea, ma anche il più sulfureo […]
Mondo - 16 ottobre 2017

Austria al trentenne centrista. Testa a testa socialisti e destra

Ha vinto la Kurzmania, ma non troppo: il 31enne scalpitante Sebastian Kurz, capo della diplomazia austriaca e leader dell’OeVP, il partito popolare, ha ottenuto nelle Legislative di ieri, secondo le proiezioni finali, il 31,6 per cento dei voti, meno tuttavia del 33 previsto dai sondaggi. “Una vittoria storica, il popolo vuole cambiare il Paese”, ha […]
Cultura - 15 ottobre 2017

Mata Hari: cento anni fa all’alba fucilarono anche la Belle Époque

Mi chiamo Mata Hari. In malese vuol dire Occhio dell’aurora. La luce dell’alba, cioè la speranza. Sono morta cent’anni fa, proprio oggi, giustiziata in un fossato del castello di Vincennes, alle 6 e 15 di un mattino freddo e nebbioso, il 15 ottobre 1917. Non era l’alba che avevo sognato. Ma sono morta senza paura: […]
Commenti - 9 ottobre 2017

A Milano i violini dei giornali fanno da tappeto per gli affari

Non capisco. La Repubblica del 29 settembre titola con entusiasmo: “Agenzia Ue del farmaco: Milano fra le top five per conquistare la sede”. Tra le prime 5, insomma, degne di simile onore (che vuol dire 900 famiglie del personale e 2-3 miliardi di indotto), ci sarebbero Amsterdam, Barcellona, Vienna e Copenhagen. Panorama azzarda (21 settembre): […]
Sport - 7 ottobre 2017

Dall’imbattibile Ddr alle fenomenali cinesi: quando la piscina è avvelenata

Il primo campionato del mondo di nuoto si svolse a Belgrado, nel 1973: vi presero parte 696 atleti di 47 nazioni e furono infranti, talvolta con insolenza, ben diciotto record iridati, sette dei quali da parte delle donne che indossavano i colori della Ddr, la Germania Orientale: diciassette milioni di abitanti e una percentuale straordinaria […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×