» Cultura
giovedì 05/10/2017

“Siamo tutti corruttibili, ma a Roma è più facile”

Filippo Nigro e “Suburra, la serie”
“Siamo tutti corruttibili, ma a Roma è più facile”

“Mafiosi, preti, mignotte, politici corrotti: la Suburra è sempre esistita. Allora è come se non fosse cambiato nulla. Siamo nella città eterna, la cui bellezza ti leva il fiato. Ed è proprio questo il contrasto che affascina tutto il mondo”. Filippo Nigro veste i panni del consigliere comunale Amedeo Cinaglia. È un politico “come non […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cronaca

Assolto Milanese, la Camera negò l’arresto

Cultura

1946-1948, l’Italia inquieta della democrazia seduttiva

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×