» Cultura
giovedì 16/03/2017

Per vivere bene la modernità basta poco. Anzi, quasi niente

Mauro Corona e il musicista Luigi Maieron: conversazioni attorno a un focolare tra i monti
Per vivere bene la modernità basta poco. Anzi, quasi niente

Esiste una via alternativa e fattibile a questi tempi dominati dalla frenesia, dalla spasmodica ricerca del successo? Sono queste le domande, forse retoriche ma attualissime, cui cercano una risposta Mauro Corona e Luigi Maieron in Quasi niente, da oggi in libreria per Chiarelettere. Un composito duo montanaro – Corona è di Erto (Pordenone), Maieron di […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cultura

Joe Bastianich: “Cracco è un presuntuoso e Antonino parla napoletano e non si capisce un ca***”

Cultura

“La Bella e la Bestia”, un’altra copia troppo grande per fallire

La perenne giovinezza del jazz in un trio insolito
Cultura
Senza dogmi - D’Andrea e le tradizioni

La perenne giovinezza del jazz in un trio insolito

di
Il Re Mida Calvin Harris seppellisce la dance
Cultura
Prossime hit - La svolta del produttore

Il Re Mida Calvin Harris seppellisce la dance

C’era una volta il grunge degli Afghan Whigs
Cultura
Archi e soul - Invecchiare con tristezza

C’era una volta il grunge degli Afghan Whigs

I commenti per questa discussione sono chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×